UN PIANO REGOLATORE DA RIPENSARE

Per l’urbanistica, Terracina ha una priorità: la revisione del Piano Regolatore, fermo al 1972. Per questo verrà istituita una commissione di esperti apposita che avrà il compito di studiare e quindi proporre le diverse soluzioni. Tali soluzioni, prima ancora di arrivare sui tavoli istituzionali preposti, saranno illustrate alla cittadinanza che dovrà esprimersi attraverso un vero e proprio referendum popolare. Così come le varie associazioni, da quelle di categoria a quelle ambientaliste, avranno il diritto/dovere di segnalare le eventuali criticità, perché si arrivi finalmente ad un piano nuovo e soprattutto condiviso.

VAI AL PROGRAMMA
Torna su