LA CITTA’ DELLO SPORT, NON UNA CATTEDRALE NEL DESERTO

Terracina merita e può avere una città dello sport. In località San Martino ci sono ben 53 ettari di proprietà comunale che possono essere trasformati in un polo attrattivo di eventi non soltanto a carattere sportivo. Perché ciò accada è tuttavia necessario che l’intera area esca dal degrado e dall’isolamento e venga messa in condizione di funzionare. Quindi si deve provvedere ad un adeguato sistema di illuminazione e alla realizzazione di un ancor più adeguato sistema viario, più agevole e immediato, che colleghi la futura città dello sport con le adiacenti strade Appia e Pontina. Questo impedirebbe quegli ingorghi che, con l’attuale unica strada, sono inevitabili, e non andrebbe di conseguenza a congestionare il traffico cittadino. Soltanto dopo aver creato la giusta rete di infrastrutture, sarà possibile riprendere in mano il progetto della piscina comunale e proporre la creazione di altre strutture, quali un palazzetto dello sport o anche un palazzo del ghiaccio. Il tutto realizzabile attraverso il Credito Sportivo Coni e la Cassa Depositi e Prestiti.

VAI AL PROGRAMMA
Torna su