CALCATORE E PARCO ARENE, LE GRANDI INCOMPIUTE

Il Calcatore da troppo tempo aspetta una risposta alle promesse, che tali sono rimaste. Per questo è necessario da subito iniziare l’iter per la costruzione della strada di collegamento con il Polo trasporti, con accanto una pista ciclabile. E prima che diventi facile preda di vandali o malintenzionati, è altrettanto necessario prendere subito possesso della palazzina per gli uffici e i servizi comunali, realizzata e consegnata dopo tanto tempo. Inoltre, nonostante le chiare scadenze contrattuali, non vi è traccia della scuola materna e ancor più del teatro, tanto atteso dall’intera città. Progetti in pratica rimasti sulla carta, che possono e devono trovare immediata realizzazione perché la zona non resti un mero dormitorio, così come è percepito e vissuto oggi dai residenti. E come il Calcatore c’è anche il progetto del Parco Arene rimasto incompiuto, con uno scheletro di cemento che avrebbe dovuto ospitare altri uffici e servizi comunali e che, invece, si trova in stato di totale abbandono e degrado. Anche per questo è necessario, e possibile, muoversi in tempi rapidi. Si tratta di opere pubbliche previste e mai realizzate o completate, che potranno dare lavoro e al tempo stesso benefici per la popolazione di questi due quartieri.

VAI AL PROGRAMMA
Torna su